L’Alpe di Siusi: Bullaccia, Giogo e Compatsch-Saltria

Un vero e proprio sogno diventato realtà: Scoprire per la prima volta un prato fiorito di crochi salendo verso la zona del Bullaccia era davvero un’emozione indimenticabile. Da allora ormai tutti gli anni faccio ritorno all’Alpe di Siusi esplorando anche altre zone come per esempio la zona del Giogo oppure Saltria nella speranza di trovare questi incantevoli tappetti fioriti di bianco e viola.

Krokusse vor dem Schlern

Krokusblüte in Südtirol auf der Seiser Alm

1° proposta: Il giro della Bullaccia

Raggiungete Compatsch (fuori stagione ossia durante la chiusura della cabinovia accesso possibile per l’intera giornata ) in macchina oppure usando la linea pullmann nr. 179 – parcheggio a pagamento). Ci dirigiamo verso il Rifugio “Dibaita Bullaccia” e la “Baita Arnika” per raggiungere il “Goller Kreuz”. Proseguendo verso il “Filln Kreuz” attraversiamo le magiche “panche delle streghe”… una forma naturale di roccia vulcanica a forma di panchine. Secondo una delle tante fiabe le famose “streghe dello Sciliar” si sarebbero riposate proprio qui dopo il loro volo sullo Sciliar. Ritornando passiamo per un punto panoramico, che si lascierà a bocca aperta denominato “Engelrast” (sosta dell’angelo), che ci appaga con un panorama a 360°. Passiamo vicini al Ristorante “Bullaccia” e la “Malga Tschötsch Alm” per tornare infine al punto di partenza Compatsch. Il percorso è ben segnalato.

Lunghezza del percorso: 9 km

Dislivello: 330 m

Tempi di percorrenza: 3 ore

Periodo consigliato: fine aprile/inizio maggio

2° proposta: Da Compatsch verso Saltria

L’escursione parte sempre da Compatsch e passando vicini alla modernissima “Chiesa di San Francesco” ci porta verso “Ritsch”, non considerando il bivio direzione “Steger-Dellai” che invece imbocca per giungere al ben noto “Sentiero Hans e Paula Steger”.

Proseguiamo intraprendendo il sentiero nr. 9 e scendiamo verso la zona di Saltria. Ritorno possibile comodamente tramite il servizio shuttle linea 179. Sono più che sicura, che troverete escursioni “più spettacolari”, ma vi posso assicurare che si tratta di un’escursione più che ideale perché si snoda attorno ad alpeggi meravigliosi alle falde del massiccio del “Sasso Lungo” e del “Sasso Piatto”.

Lunghezza del percorso: 7,5 km

Dislivello: 80 m

Tempi di percorrenza: 2 ore

Periodo consigliato: fine aprile/inizio maggio

3° proposta: Da Compatsch verso la zona del “Panorama” fino al “Ladinser Moos” (palude) e ritorno passando vicino la “Baita Laurin”

Ad un fotografo non resta altro da fare se non abbandonarsi alle sfumature di colori caldi, enfatizzati dalla luce del sole. Lo “Sciliar”, montagna simbolo ben noto fa da cornice perfetta fermandosi al “Ladinser Moos”. Punto di partenza il parcheggio centrale/fermata pullmann di Compatsch. Seguite la stradina asfaltata salendo in direzione “Hotel Panorama” per intraprendere un sentiero molto panoramico verso i “Denti di Terra Rossa”. La palude del “Ladinser Moos” fa spuntare i crochi in abbondanza. Per tornare potete scegliere lo stesso sentiero oppure in alternativa passare vicino la “Baita Laurin” percorrendo il sentiero nr. 10.

Lunghezza del percorso: 8,5 km

Dislivello: 250 m

Tempi di percorrenza: 2,5 ore

Periodo consigliato: fine aprile/inizio maggio

N.B: Le indicazioni riguardo la viabilità per raggiungere l’Alpe di Siusi sono valide solo durante il periodo della chiusura della cabinovia Siusi-Alpe di Siusi. Durante la stagione è consentito salire con la propria macchina solo prima delle ore 9:00 oppure dopo le ore 17:00. Potrete usufruire del servizio shuttle tra Compatsch e Saltria. Orario della Cabinovia Siusi-Alpe di Siusi durante la stagione estiva: dalle ore 8:00 alle 18:00 (in alta statione fino le ore 19:00 ). Bisogna considerare, che non sarà possibile godersi l’ospitalità dei rifugi, perché rimangono chiusi “fuori stagione”.

Kommentieren Sie den Artikel

Bitte geben Sie Ihren Kommentar ein!
Bitte geben Sie hier Ihren Namen ein